Home Blog Un mercato che cambia: più pannoloni che pannolini.

Un mercato che cambia: più pannoloni che pannolini.

[fa icon="calendar"] / di

mani_nonno_bimbo.jpg

 

dati rilevano che l’età media in Italia aumenta. Conseguenza? L’andamento del mercato rispecchia il calo demografico: la domanda di prodotti per l’incontinenza supera quella di pannolini per  neonati e nascono nuove opportunità di business per i farmacisti.


Il calo demografico che negli ultimi anno sta colpendo l’Italia ha portato a un deciso cambio di rotta che interessa direttamente il business farmaceutico: la richiesta dei pannoloni per incontinenza ha superato quella dei pannolini per bambini.

 

La popolazione invecchia

I dati parlano chiaro, e si tratta di un trend che coinvolge tutta l’Europa, conseguenza diretta del calo delle nascite: tra il 2008 e il 2013 nei paesi dell’Unione Europea si è registrato un meno 7% (da 5.469.000 a 5.075.000 bambini nati).

Ad oggi la percentuale è raddoppiata, arrivando al 14%. In Italia, secondo il Report sugli indicatori demografici dell’Istat sull’anno 2015, il tasso di natalità è in continua diminuzione.

Per contro, l’età media della popolazione aumenta, arrivando a 44,6 anni in un progressivo processo di invecchiamento: il 22% degli italiani sono over 65.

 

Oppurtunità di business: vendita di pannoloni


Se come rileva l’Istat «la popolazione italiana sta rapidamente invecchiando», questa dinamica demografica destinata a definire i decenni a venire può essere opportunamente colta dal Farmacista per sviluppare nuove opportunità di business, nella fattispecie la vendita dei pannoloni per incontinenza.

L’intuizione l’hanno, d’altra parte, già avuta le multinazionali dei pannolini: c’è per esempio chi ha rinunciato già dal 2012 a buona parte del mercato europeo considerato “non più appetibile”. O, ancor più rivelatorio, chi ha deciso di spostare gli investimenti sulla nuova, promettente fetta di mercato.

In un interessante articolo, Bloomberg non solo evidenzia che le vendite dei prodotti per l’incontinenza hanno superato quelle dei pannolini, ma che queste vendite sono destinate ad aumentare fino al 48% nel 2020.

In cifre, stiamo parlando di un valore annuo di 1,8 miliardi di dollari nel 2015 che  fra cinque anni salirà a 2,7 miliardi (fonte: Euromonitor International). Nello stesso periodo l’incremento atteso per i pannolini per neonati si limita invece al 2.6%, per cifre che si attestano su 6,3 miliardi.


Anche in Italia, i primi casi lasciano ben presagire.

Un esempio? Ha di recente aperto i battenti il primo negozio in Liguria, terzo in Italia, interamente dedicato ai prodotti per l’incontinenza, e in soli pochi mesi i risultati sono arrivati: un boom di vendite.

Questo trend positivo si spiega con i numeri: solo a Genova, un terzo dei cittadini sono over 65 e, parallelamente, l'incremento degli anziani comporta una continua crescita di domanda di prodotti.

In questo contesto, dunque, il Farmacista si pone come risposta alla crescente domanda: non solo come fornitore di prodotti di contenimento sempre reperibili e di qualità, ma al contempo come supporto nella scelta di quelli più adatti, guidando i pazienti incontinenti all’interno della gamma dei pannoloni tra i quali scegliere (es. tipo, assorbenza, misura).

 

Richiedi consulenza per vendere con successo prodotti incontinenza

 

Categorie: Mercato incontinenza

Lorenzo Gualtieri

Scritto da Lorenzo Gualtieri

    
Sei un farmacista?  Scopri come aumentare il tuo business  con i prodotti per l'incontinenza.

Iscriviti per aggiornamenti per email